I nostri orari

dal Lunedì al Venerdì
dalle 14.00 alle 18.00

 

il Sabato
dalle 09.00 alle 12.00
e dalle 14.00 alle 18.00

Una striscia di dolci colline situate tra i Colli Asolani e il fiume Piave che racchiudono vigneti, prati e boschi.


La tradizione vinicola di questa zona ha radici antiche, furono infatti i monaci benedettini a introdurre questa coltura a partire dall'anno 1000 e nel 1590 lo storico Bonifacio ne tesseva le lodi nella sua “Historia Trevigiana” scrivendo "I terreni producono (…) vini buonissimi ed il migliore è quello della riviera del Montello”.


Venezia fece del Montello il "Bosco della Serenissima" perchè da qui provenivano i legni che andavano a formare le formidabili navi veneziane. Ma qui i veneziani venivano anche ad approvigionarsi dei vini, che già da allora il mondo ci ammirava.


Ma oltre a vini DOC, DOCG, IGT, troviamo la patata del Montello, i ciodèt, l'olio del Montello e il miele. Numerose sono le attrazioni turistiche come l'itinerario segnalato della Grande Guerra, l'Abbazia di Sant'Eustachio.


Oltre al turista anche lo sportivo resterà soddisfatto essendo questo dolce colle ideale per tutti gli sport: Mountain Bike, Ciclismo, Nordic Walking, Orientering.


Una perla all'interno della laboriosa provincia di Treviso. Camminate, correte, visitate, mangiate e poi Vi aspettiamo per un calice di un buon vino del Montello.

l'Abbazia di Sant'Eustachio